martedì 8 dicembre 2009

Ringraziamenti


Succo di zucca è finito.
Ho iniziato questa storia il 21 agosto, credendola non più lunga di cinque capitoli, poi le cose mi hanno preso leggermente la mano e siamo arrivati a 19 capitoli e a 203 pagine, finendo il 7 dicembre. Mi piace aver concluso il 7, sia perché quel giorno ho conosciuto due autrici di efp, sia perché sono nata il 7 di un mese molto più caldo, sia perché, da medievalista, sono affezionata a certi numeri che hanno avuto nel tempo, e in particolare nelle ere più superstiziose, un certo potere attrattivo.
Questo è il primo racconto che porto a termine, e mi fa uno strano effetto; ne sono sicuramente compiaciuta, ma ne sono anche un po' rattristata, perché è difficile salutare questi personaggi. Certo, non lo farò a lungo, perché il primo capitolo del Canto di Natale di Draco Malfoy è già pronto, ma anche se prosegue da pochi mesi dopo Succo di zucca è una storia diversa, e ogni storia è un mondo a sé; e questo mondo finisce qui.
Ho ringraziato nell'ultimo capitolo, ma mi faceva piacere farlo anche qui, e rinnovare la mia gratitudine nei confronti di tutti coloro che hanno in un modo o nell'altro fatto parte di questa storia.
Mio marito è il primo a doversi assumere la responsabilità del mio scritto: perché mi ha incoraggiato a pubblicarlo, perché mi ha spesso concesso del tempo in più, occupandosi della casa o del patato, e perché non c'è quasi pagina elaborata senza pensare a lui; lui è l'ispiratore di ogni scena d'amore, dalle più caste alle più erotiche, ma lui è anche nella golosità di Ron, nei modi impacciati di Harry e in ogni mia riflessione sulla vita in generale.
Giulia, una mia meravigliosa amica, è presente in molti dei dialoghi tra Ginny ed Hermione; è un po' lei la mia Hermione, di cui ha la stessa dolcezza e la stessa affettuosità; non posso che augurarle di trovare un amore speciale come quello che ho narrato in questa storia.
E voi siete ovunque: nelle battute che mi avete involontariamente suggerito, nelle correzioni che mi avete consigliato, nella voglia di continuare a scrivere e a migliorare che mi avete instillato. Quando ho iniziato non avrei mai pensato di riscuotere un così largo consenso, e forse è proprio per questo che la narrazione si è allungata ben oltre le mie più rosee aspettative.
E quindi, nuovamente, grazie.

4 commenti:

  1. Grazie mille amica mia... ti voglio tanto bene :) un abbraccio forte, Giulia

    RispondiElimina
  2. Grazie mille a te Francesca. Di questa storia, della tua gentilezza ed ospitalità, di tutto.
    Ieri è stata una bellissima giornata. La tua famiglia è bellissima: hai un gattone puccioso, un patato adorabile (non ci stavano in borsa, altrimenti me li sarei portati via... ;D), un marito gentilissimo e bravo a cucinare (per citare Giulia: un uomo da sposare, sposato!)... e poi tu che con la tua disponibilità ci hai portate in giro per Ferrara e poi a 'cioccolatare' (e 'teare' XD)...! Abbiamo parlato (ok, io ho ascoltato, sono di poche parole...) e riso insieme come se ci conoscessimo da una vita... grazie!
    Chiudo dicendo che l'amore ed il calore e... l'atmosfera che fa così Natale - insieme al Presepe in sciopero ;) - che ho respirato ieri in casa tua, mi hanno riempito il cuore di gioia e non posso che sperare di avere anch'io in futuro una vita così serena accanto ad una persona che mi amerà e mi capirà così come succede tra te e Simone!
    Grazie, bacioni a tutti

    RispondiElimina
  3. Grazie a te Mirya, per me sei stata un'oasi di relax, un porto tranquillo nel mare spumeggiante delle mie giornate.
    Sono felice perchè hai ritrovato la tua vena di scrittrice, sono sempre felice quando una mamma ritrova sé stessa. Partecipo col cuore.

    Succo di zucca me lo sono finalmente riletto tutto da capo, tutto intero ed è bellissimo. Ho apprezzato quel capitolo di rilfessione di Hermione schiantata a letto col mal di Draco. Come una pausa-fiato sullo spartito di un flauto.

    A me, lo sai già, sono piaciuti in particolare gli intrecci delle relazioni umane, i rapporti di amicizia, i sentimenti che trovano la strada degli sguardi e finalmente delle parole, che sai rendere così vere. Bellissime le scene d'amore, si sente che sono ispirate ad un rapporto adulto, maturo e pieno di passione e amore vero ma anche di rispetto. Mi commuovo sempre di fronte a coppie unite e amorevoli, tenete duro mi raccomando (la senti la Zia Peppa che è in me?).

    Sono curiosa come una delle tue scimmiette di leggere il Canto di Natale versione Draco. Lui resterà a Hogward arrabbiato perchè lei va a passare le feste dai suoi babbanissimi genitori? Oppure il 'viaggio' lo faranno insieme?

    Un bacio grande (gli auguri te li scrivo qua sul blog nei giorni giusti),

    tua
    patapata

    RispondiElimina
  4. Ciao cara Mirya, ho letto, ho riso e ho pianto e soprattutto ho amato in questa storia, che come ho detto mi rattrista vedere terminata, ma che ognuno di noi, che l'ha amata e seguita, può continuare con la fantasia!
    Ti ringrazio della considerazione che mi hai rivolto, con parole che mai pensavo di ricevere, e ti ringrazio di aver scritto questa storia, unica e bellissima!
    Sei una persona straordinaria e bella dentro, ti voglio bene!!

    RispondiElimina