mercoledì 30 giugno 2010

Anthy

Un po' di fatti miei, tanto per iniziare.
Mio marito deve andare via per lavoro, per circa una settimana, ed io sono andata un po' in crisi, anche perché non va esattamente in una delle zone più salutari del mondo. In nove anni non siamo mai stati lontani - tranne quando eravamo a vicenda in ospedale, per operazioni varie o per il mio parto -, e l'idea di non averlo accanto a me mi ha davvero destabilizzato.
Proprio io, che mi dicevo allergica alla convivenza e poi al matrimonio, che avevo pianificato una vita da single, e che sono stata fregata da un paio d'occhi scuri, un ciuffo di capelli scomposti e una maglietta grigia sciupata.
Naturalmente, come faccio ormai spesso, mi sono subito sfogata un po' su Twitter, e lì una certa Anthy, che tutti conoscete, dopo qualche chiacchiera ha sfornato questa meraviglia:
Stamattina l'ho letta e non ho resistito alla spapla. Oggi pomeriggio lo stesso. Stasera trisserò.
E già che ci sono, vi consiglio anche questo suo capolavoro:
che credo sia una delle storie più erotiche - nel senso che io do all'erotismo - che io abbia mai letto.
Insomma, Anthy è una grande autrice, è una gran donna, e, se le distanze non mi impedissero di verificarlo, credo sarebbe anche una grande amica.
Ringraziarla è poco.
Consigliarla è superfluo.
Ma non so cos'altro fare.

2 commenti:

  1. Ciao mitica! Prima di tutto, grazie per la dritta su Anthy (wow, davvero bella).
    Seconda cosa: ce la farai... che te lo dico a fare?
    Un bacio! Cri

    RispondiElimina
  2. Dai Francesca che una settimana vola >_<
    Ti ho mandato un cos là su Twitter se ti va sono lunaillusoria ^^
    Ci ho messo tre mesi solo per far parlare in italiano il mio account ^^"
    Baci
    Cristina

    RispondiElimina