lunedì 26 luglio 2010

Linee - Capitolo 31 - Puttana Eva

Trailer

- È questo che vuoi? – chiede baciandomi selvaggiamente, mordendomi le labbra, stringendomi come un indemoniato.
La sua bocca è sul mio seno, le sue mani sono tra le mie gambe, davanti e dietro, l’aria è carica di elettricità trasmessa dai nostri corpi che si sfregano impazziti l’uno contro l’altro. Cerco di lasciar fare a lui, cerco di non muovermi troppo, cerco di non ferirlo in alcun modo. Ma non smetto di inviargli quei pensieri. Ricordi. Anticipazioni. Fantasie.
- È questo che vuoi? – ripete senza più controllo.
Le sue dita si insinuano in ogni anfratto, i suoi gesti sono veloci, propri di chi sa che tutto è cambiato, che non potrà mai più farmi male, che le reazioni del mio corpo ora sono diverse, più veloci, più assolute. Che io sono già pronta, per lui.
E glielo dico.
Col pensiero, ancora una volta citandolo, ancora una volta invertendo i nostri ruoli.
Sono una vampira, Edward. Non ti farò mai niente che tu non voglia, ma credo che riuscirò a farti volere tutto. Perché io voglio tutto.

2 commenti:

  1. Franci hai scritto un capolavoro di finale ç__ç
    Complimenti vivissimi *_*
    Cristina

    RispondiElimina
  2. Ciao Mirya, un'amica comune (ramy79) mi ha portato all'attenzione questo tuo racconto e non finirò mai di ringraziarla.
    Leggendo mi sono arrabbiata, ho riso, riflettuto, condiviso pensieri ( e non solo quelli), rosicato, e pianto, pianto tanto.
    Hai creato una storia bellissima, anzi bellissima è un eufenismo...
    Hai osato come nessuno, mi hai dato tanto su cui riflettere, non credevo potesse accadermi.
    Grazie Mirya di tutto.
    Da oggi la tua affazionata stelele/La vampira Ste

    RispondiElimina