venerdì 28 gennaio 2011

Io e il web

Mi sono iscritta ad efp il 6 gennaio 2009; ho iniziato a postare Succo di zucca il 21 agosto 2009; ho creato (beh, mio marito ha creato) questo blog il 2 novembre 2009: ecco la scansione cronologica di come ho pian piano acquisito familiarità col mondo informatico.
Dopo è arrivato il resto: ho scoperto gruppi, forum, twitter, ho ampliato la mia dimestichezza con facebook, ed ogni passo è stato per me piacevole e doloroso insieme, perché la mia resistenza alla tecnologia è patologica e passa attraverso profonde crisi d'identità e imprecazioni nei confronti del diavolo che ha inventato i cellulari.
Insomma, sono più che orgogliosa di me stessa per il fatto di non scrivere ancora su un quadernino con la penna stilografica, ma rifuggo ancora dalle chat come dall'acqua santa e mi camuffo sempre off-line dove siano immancabilmente attive.
Così ho ampliato la mia rete di conoscenze di ogni genere e ho incontrato persone splendide, con cui non condividere solo la passione per la scrittura. Poi, come sapete, ho incontrato anche qualche evento meno splendido, che mi ha portato a ricalibrare un po' il mio entusiasmo nei confronti del web e a fare qualche passo indietro verso la mia innata diffidenza nei confronti di tutto ciò che è virtuale. Non sono tornata quella di una volta (quando piangevo perché mio marito mi aveva regalato un cellulare), ma ho senza dubbio riconsiderato molte delle mie precedenti convinzioni, trovando che forse del tutto sbagliate e maniacali non erano.
Così ho limitato i miei contatti su facebook, ridotto all'osso quelli su twitter, e ho abbandonato per un po' tutto quanto per dedicarmi a cose più reali.
Poi però, sia per il vostro sostegno che per più o meno velate minacce di chi voleva leggere la fine di certe storie che, infine, per la mia voglia di scrivere, ho ripreso in mano tutto, gradatamente, e, pur permanendo quei problemi personali che mi lasciano sostanzialmente meno tempo del solito, sono andata avanti, con quel 'prudente coraggio' che ha anche la Chiara del mio racconto.
Ma dove voglio arrivare?
Beh, nell'ultimo periodo ho riflettuto anche su questo blog; sorto in un momento non sospetto, semplicemente come modo di dialogare, mi ha accompagnato a lungo con le vostre risposte che hanno trascorso insieme a me molte stagioni, con mio immenso piacere.
Oggi, però, inizio a pensare che non abbia più ragione d'essere.
I motivi sono molteplici: la mia difficoltà nel rispondere a tutti i vostri post qui nel blog, che mi fa sentire in colpa come se non vi considerassi e che mi fa desiderare un luogo più interattivo e veloce dove scambiarsi magari anche opinioni su altre storie o su libri letti o sulla crema contro le irritazioni da pannolino (Bepanthenol, sempre e comunque, consigliabile anche agli adulti per qualunque tipo di irritazione cutanea, persino in seguito alla ceretta inguinale); la nascita di nuove funzioni di efp, come il forum nella pagina degli autori o la possibilità di contattarci privatamente direttamente sulla casella elettronica del sito; la mia mancanza di tempo che mi rende difficile trovare quella mezz'ora di seguito per scrivere un post che non risulti troppo sconnesso; infine, ovviamente, anche la presenza di messaggi poco gentili che posso anche decidere di cancellare, ma che resterebbero comunque una manifestazione di quanto sta continuando ad accadere e ad accadermi altrove e che preferisco cercare il più possibile di tenere fuori dai miei pensieri.
Sto valutando diverse opzioni: cancellare il blog, oppure renderlo accessibile solo a lettori selezionati, o ancora permettere a persone diverse di postarvi direttamente i loro pensieri (ho appena scoperto che è possibile), in modo da un lato da garantire la presenza costante del rispetto e dall'altro da renderlo più interattivo; ne discuterò a lungo con mio marito (insomma, lo esaspererò, anche perché ha fatto lui tutto il lavoro ed ora deve assumersene la responsabilità) per vedere come rendere questo spazio più sereno ma anche più divertente; se poi mi renderò conto che proprio non ha più uno scopo, perché ci sono già tutti gli altri strumenti che ho detto sopra, allora vi saluterò per una volta quasi affettuosamente ringraziandovi di questo meraviglioso periodo insieme.
Intanto sto provando un'opzione diversa, per capire cosa davvero faccia più al caso mio: ho appena creato un gruppo su facebook per chi ha letto le mie storie e ha voglia di chiacchierare di esse o di altro (sempre dai libri ai pannolini, uomini grandi e piccoli inclusi), senza bisogno per forza di passare attraverso di me: il gruppo è ovviamente chiuso, ma una volta avuto l'accesso potete tranquillamente spendere il tempo ad insolentire Leonardo o a proporre nuove posizioni erotiche per Draco e per Edward o anche ad inveire contro i miei spoiler. Insomma, sto procedendo un po' ad esperimenti, non è detto che quello del gruppo mi piaccia e magari domani sarà scomparso, ma per saperlo devo provare.
D'altronde, come dice Homer Simpson, 'provare è il primo passo verso il fallimento'.

5 commenti:

  1. Cara,
    spero di poter fare parte della tua selezionata scelta. Mi dispiacerebbe molto se decidessi di chiudere il blog, è un modo carino per leggere le tue impressioni e commentarle in modo immediato, magari condividendo anche le opinioni degli altri tuoi lettori. In ogni caso, come è giusto che sia, hai tu il libero arbitrio.

    RispondiElimina
  2. Argh, se chiudi il blog ti trovo solo su efp, o su qualche mail che mi vorrai scrivere nel tuo sovrabbondante tempo libero......(battutina, ridi please).
    Non sono sui social network, non mi ci voglio iscrivere perchè so che mi porterebbero via davvero troppo tempo.
    Cmq, ti seguirò su efp, e continuerò a pregare per te e per tutti i tuoi cari.
    Baci carissima,
    quasi non infetti, e neanche troppo moccicosi, ormai
    tua patapata

    PS: nelle recensioni su efp parlano di un nuovo spoiler su Di carne e di carta. Ma quale spoiler??? Dov'è? E' già cominciata la nuova era? Sigh.

    RispondiElimina
  3. purtroopo neanche io sono iscritta ai social network.. so che è un impegno in più, ma mi dispiacerebbe nn avere questo blog, come tuo punto di riferimento.. pensaci.. UN NUOVO SPOILER?!!?!! dov'è?!!!!

    baci..

    RispondiElimina
  4. Non ci devo pensare più di tanto: tre persone che non avrebbero la possibilità di leggermi altrove sono già sufficienti (ma mi ero già convinta alla prima).
    Oggi vi metto subito qui due spoiler, così mi faccio perdonare di averli postati prima altrove!
    Pepita mi aveva già convinta, patapata che parla di una nuova era mi ha fatto paura (oh, io sono refrattaria alle novità) e Daniela è stata troppo gentile, quindi entro sera avrete di che riflettere (o maledirmi!)

    RispondiElimina
  5. Oh, aspetto con ansia questi spoiler! Ma dove sono già stati pubblicati? Io non sono iscritta a nessun social network, quindi deduco che sono su Facebook, giusto? Per favore, puoi essere politically correct e pubblicarli anche qui?
    E poi grazie per non chiudere questo tuo blog, per noi è una finestra aperta per poterti raggiungere direttamente.

    RispondiElimina