lunedì 18 luglio 2011

Dichiarazione d'amore

Ieri ho visto l'ultimo film della saga di Harry Potter e l'unica cosa che ho pensato, dopo, è stata che si è chiusa un'era e che si è chiuso anche qualcosa dentro di me.

Non voglio star qui a parlare della qualità del film, devo ancora metabolizzare il tutto e comunque è innegabile, secondo me, che quando prima leggi un libro e poi guardi il film avrai sempre da ridire a riguardo. I libri sono meglio. Meglio dei film, meglio delle altre passioni, spesso meglio anche delle persone. No, meglio del sesso no, ma ci si avvicinano, come ha scritto Morea in questa one-shot:

http://www.efpfanfic.net/viewstory.php?sid=664532&i=1

Ma insomma, è finita: non ci saranno più libri, questo lo sapevamo già, e non ci saranno più nemmeno film.

E io tiro le somme di questi ultimi anni e capisco quante cose sono cambiate grazie alla Rowling nella mia vita (sì, l'amore a prima lettura è ancora il mio chiodo fisso, insieme alla convinzione che un autore possa stravolgere le nostre esistenze).

Sono approdata ad efp in cerca di scene zozze sulla prima volta di Edward e Bella, decisamente delusa dal modo in cui ha glissato la Meyer; poi mi sono spostata nel fandom di Harry Potter e lì, per la prima volta dopo anni, per tutti i motivi che già sapete, ho ricominciato a scrivere. Doveva essere una storiella di quattro o cinque capitoli, è durata decisamente di più; e non ho più smesso di scrivere, fino ad ora. Quando ho letto le prime fanfictions su Harry Potter non avevo letto i libri, avevo solo visto i film (mea culpa, mea culpa); quando ho letto Savannah/Virginia ho capito che dovevo leggere la Rowling, anche solo per cogliere meglio tutte le sottigliezze delle sue fanfictions; e poi mi sono innamorata di quell’autrice e del suo mondo e dei suoi personaggi, esattamente come ho fatto fare a Chiara in Di carne e di carta, esattamente come ho sempre fatto per le cose davvero importanti nella mia vita. E quando ho iniziato a scrivere Succo di zucca stavo concludendo la lettura proprio di Harry Potter e i Doni della Morte. Finivo una cosa, ne iniziavo un’altra. Passavo da lettrice a scrittrice, da fruitore passivo a produttore attivo.

Ieri ho visto l’ultimo film con un account da lettrice e ho pensato che c’era qualcosa di insano, in tutto questo. Che in questo modo finiva davvero tutto, per me, e tutto insieme. E che era molto triste.

In un’intervista radiofonica, Virginia de Winter ha giustamente detto che i fanwriters sono forse i più grandi sostenitori degli autori; magari possono scrivere cose che gli autori stessi non avrebbero mai osato pensare (so che la Rowling è allibita di fronte al successo di Draco Malfoy), ma lo fanno per amore. Chi scrive una fanfiction studia i libri con venerazione, va a ricercare enciclopedie a riguardo, interviste degli autori con ulteriori approfondimenti, si documenta con attenzione prima di scrivere quella che è una vera e propria dichiarazione d’amore. Ti amiamo talmente tanto, amiamo talmente tanto il mondo che hai creato che non possiamo rinunciarci e dobbiamo tornarci ancora ed ancora ed ancora. E qui ci si collega al discorso del libro come il sesso.

E non parlo solo dei libri: in questi anni ho imparato ad apprezzarla anche come essere umano, la Rowling, ho letto di lei, ho visto dei documentari, l’ho ascoltata in discorsi incredibili che mi hanno insegnato moltissimo e mi ha davvero aperto il cuore, scoprire che spesso, non sempre ma spesso, dietro autrici brillanti si celano donne stupende.

Perciò ieri, quando sono tornata a casa, ho pensato che comunque vadano le cose almeno un piccolo festeggiamento in onore della Rowling dovevo farlo, a modo mio, almeno un mio grazie per quello che mi ha dato dovevo scriverlo, e non mi è venuto in mente di meglio che postare il secondo capitolo di una dramione che probabilmente le farebbe drizzare i capelli in testa. Ma il punto è che così il mio account, almeno per un minuto o un’ora o un giorno, torna quello di autrice, e che in questo modo non rinnego tutto quello che la Rowling mi ha dato. Poi temo che tornerò solo lettrice, fino a quando non avrò pianificato una mia linea d’azione una volta per tutte (così almeno poi la smetto, con quest’altalena mediatica!), ma intanto, per oggi, sono qui a dichiarare il mio amore.

Ma c’è un’altra autrice che mi ha donato tanto e che, lo sapete, è Virginia de Winter; anche proprio perché è stata lei, a portarmi alla Rowling e a tutto il resto, e perché lei ha migliorato ancora questi giorni pubblicando il secondo volume della saga di Black Friars; qualcosa che è iniziato da un po’ e che spero finisca il più tardi possibile. Anche per lei, per questo mio altro amore a prima lettura, posto oggi questo capitolo, rammento a me stessa che chi ama crea, nel bene o nel male, ma crea. È così quando si ama un uomo e ci si fa un figlio. È così quando si ama un libro e si scrive.

E ora la richiesta: io faccio un passo avanti per tornare attiva e non passiva, creatrice e non distruttrice; fatelo anche voi. Virginia ci ha dato tanto e se vogliamo che continui a farlo molto a lungo – che la fine di questa saga arrivi il più tardi possibile e magari coincida con un nuovo inizio – dobbiamo restituirle qualcosa. È quello che avete fatto in tanti per me e di cui vi ringrazio anche all’inizio del capitolo: mi avete scritto, mi avete donato delle immagini o dei racconti, mi avete messa nelle vostre pagine, mi avete chiamata e sostenuta, mi siete venute a trovare. Avete fatto per me quel che credo che dovremmo sempre fare per gli autori: mi avete ridato indietro cento volte tanto quello che io posso avere donato a voi. Facciamolo anche con Virginia. Il mercato editoriale ha leggi tutte sue, si basa su pronostici e proiezioni e dati di vendita e recensioni; in estate poi il sistema si congelerà, quindi il successo del libro di Virginia dipenderà certamente dalla sua indubbia bravura, ma anche dalle rilevazioni che ci saranno a fine luglio. Perciò vi chiedo due cose: comprate il suo libro nelle librerie, come la Feltrinelli, e non nei supermercati, perché da questi ultimi non arrivano i dati di vendita; e passate tutti da lettori a scrittori, lasciando una recensione nei siti appositi, come aNobii, QLibri, IBS. Su aNobii trovate la mia:

http://www.anobii.com/books/Black_Friars/9788876251306/01aad4c2efc65a7923/#

Ed ora, come promesso, ecco il capitolo:

http://www.efpfanfic.net/viewstory.php?sid=763779

La mia dichiarazione d'amore incondizionato alla Rowling e a Virginia, due autrici strepitose, due donne magnifiche.

7 commenti:

  1. Grande Prof *_*
    Preferirei che tu "tornassi"
    Ma se scrivi sti pezzi va bene, per il momento ovvio ^_-
    Bacione a te ed ancora tanti complimenti a Virginia per il suo "matty"
    Cristina

    RispondiElimina
  2. non so se è normale, ma mi hai commossa! in ogni riga ho colto la tua passione, l'importanza che dai a tutto questo...al mondo delle fanfictions, alla *carta* e all'opera di Virginia che, grazie anche a te, mi sono decisa ad acquistare non appena ne avrò occasione!
    ho trovato efp per caso e mai avrei pensato di potermi trovare così coinvolta; scoprire storie così appassionanti, autori tanto competenti e persone così ricche d'animo! non avrei mai creduto che un semplice sito potesse darmi tanto...e vedere ora un'autrice diventare un'Autrice ufficiale, con tanto di una saga propria nelle grandi librerie e pensare che viene da lì, da quel semplice sito che mi è capitato sott'occhio per un errore di googlaggio...mi fa un'impressione incredibile.
    Non ho grandi mezzi per lasciare l'impronta, ma farò il possibile:)

    e grazie per essere tornata Mirya;)
    a presto,
    ___Yuki___

    (nick di efp)

    RispondiElimina
  3. Ciao Mirya! Rieccomi dopo aver "divorato" il tuo secondo capitolo di "Per il suo sangue" del quale ti ringrazio moltissimo. Anche io sono partita con il vedere i film di Harry Potter prima di accedere ai libri e come te ieri sono stata al cinema a vedere l'ultimo e stupendo capitolo di questa saga!!! Mi sono commossa ed ho consumato un intero pacchetto di fazzoletti, con al fianco mia figlia di dieci anni che mi guardava stranita cercando di consolarmi......che vergogna!!! Ma a parte questi dettagli personali ed imbarazzanti, volevo nuovamente tributarti tutta la mia ammirazione e dichiararmi assolutamente d'accordo con te su tutto quando hai scritto in questa tua dichiarazione d'amore!!! Passando alla stupenda Virginia De Winter, ho cercato Black Friars - L'Ordine della Chiave venerdì in due librerie, ma non l'ho trovato (probabilmente arriverà questa settimana....sono stata troppo tempestiva), pertanto il mio tenero maritino, vista la mia rinomata poca pazienza, me l'ha acquistato su E-bay. Spero tanto che in questo modo risulti nelle rilevazioni di vendita. In ogni caso non mancherò di lasciare la mia recensione in uno dei siti che hai indicato. Un bacio!!!
    Simonetta/Tulip70

    RispondiElimina
  4. Stronza! Mi hai fatto piangere! Penso di "odiarti" esattamente come odio la causa dei miei sbalzi ormonali...
    Hai tutto il mio sostegno, di lettrice, sostenitrice, devota abitante del tuo 'Paese'...amica.
    Vado a leggere
    Natalie

    RispondiElimina
  5. E' un ciclo, a quanto pare.
    Io che ho iniziato a scrivere nel fandom di HP grazie a te, quando prima mi sembrava un mondo intoccabile in cui fare solamente un torto alla Rowling, vengo a mia volta citata qui, in questo circolo di amore per le parole - e di parole scritte per amore - che sembra non avere mai fine e che mi fa benedire il giorno in cui ho conosciuto le fanfictions e chi queste storie le ha seminate, coltivate, accudite. In un momento in cui il web sembra un immenso groviglio inestricabile, rovo di insidie e privo di more succose e nascoste, io non riesco a fare a meno di pensare che senza EFP non sarebbe mai venuta fuori Giulia Morea, quel nick fittizio che rappresenta quanto di me è più vero, quella voce virtuale e nascosta per vigliaccheria che dà sfogo a dubbi mascherati, passioni celate e silenzi imbarazzanti.
    E non ti dirò di lasciar perdere questa "altalena mediatica", non mi sentirai implorare per il tuo ritorno perchè - proprio perchè ho scelto di scindere le due Giulie - so quanto si ha bisogno di spegnere almeno una parte di sè, quando non regala più la stessa serenità degli albori.
    Continuiamo a fare l'amore, Mirya - sì, oltre a essere un uomo, una pornostar e una sociopatica depressa è anche lesbica, prendete appunti, Mirye76 da ogni dove - l'amore con le parole degli altri, con le nostre parole, con i nostri uomini. Questo è scindere il piacere dal dolore, scindere Francesca da Mirya, Giulia da Morea, questo è amare per star bene, per esser se stesse, per essere vere.

    *Until the very end, JKR.

    Giulia

    RispondiElimina
  6. Buona sera! Ho visto il film anche io qualche giorno fa, spinta più che altro dalla curiosità. Ho letto i primi 4 libri quando ero alle elementari, tutti quelli pubblicati fino a quel momento. Poi mi sono persa per strada, tra i libri imposti dalla scuola e letture che credevo più interessanti. Infine ho visto l'ultimo film, dopo aver avuto un riassunto telefonico -piuttosto difficile a seguirsi, in realtà, vista l'introduzione di nuovi personaggi ed avvenimenti- da parte di un'amica. Sono uscita dalla sala con un senso di malinconia: era finito HP ed era come aver messo davvero un sigillo sulla mia infanzia, passata da un po' a dire il vero. Sono tornata a casa e, nonostante fossero quasi le 2 di notte, mi sono messa nel letto e ho preso in mano "Harry Potter e la pietra filosofale". Non sono mai stata una sentimentale, ma da quella sera c'è la figura di Hermione che campeggia sul mio desktop.
    E' finita un'era a quanto pare, ma baratterei volentieri i 4 -di discutibile qualità a mio modesto parere- libri della Meyer per 4 nuove avventure di Harry Potter. La Rowling ha tutt'altra classe e molta più fantasia.
    E vorrei ringraziarti perché è grazie a "Succo di Zucca" se ho iniziato ad appassionarmi alle Dramioni, ad oggi una vera droga per la sottoscritta. Naturalmente aspetto nuovi aggiornamenti e spero che il calore delle tue lettrici valga molto più degli sgambetti idioti di qualche invidioso del web.
    Sandra/HappyCloud

    RispondiElimina
  7. Salve!
    Dopo aver faticosamente impaginato il mio primo blog, ho deciso di fare una passeggiatina tra gli altri blog e non appena ho notato questa Dichiarazione d'Amore non ho potuto fare a meno di cliccare su "segui". Hai espresso, nella prima parte di questo post, tutto quello che anche io avevo nel cuore quando sono uscita dal cinema dopo aver visto l'ultimo Harry Potter. Mi sono avvicinata a questo mondo fantastico creato dalla Rowling a undici anni, leggendo il primo libro, e da quel momento è nata la mia passione per la scrittura. Da quell'istante ho capito che se anche una sola persona avrebbe potuto sentirsi, leggendo qualcosa di mio, come mi sentivo io leggendo quella saga, mi sarei sentita realizzata e completa.
    Non ho letto la saga di Virginia de Winter, ma da mesi ho deciso di iniziare non appena l'università mi lascerà un istante di pace: dopo questo post credo che accelererò i tempi, con buona pace dei testi di antropologia che attendono sul mio comodino.
    Quindi, beh, vorrei ringraziarti, perché questa tua dichiarazione d'amore mi ha coinvolta in modo inimmaginabile: se sei brava nelle ff la metà di quello che sei come blogger, avrai presto una nuova fan xD

    RispondiElimina