venerdì 11 novembre 2011

Anna e i Freddi che ha - 3x09 - Homecoming


Avevamo una volta un appuntamento fisso: era il momento in cui la meravigliosa Anna schedava l’ultima puntata di The vampire diaries e noi tutte pendevamo dalle sue labbra o, essendo al computer, piuttosto dalle sue dita. Poi questo ritrovo si è spostato nella mia bacheca arricchendosi di tantissimi interventi e tantissimi ausili, da chi reperiva il link il prima possibile, permettendoci di visionare l’episodio, a chi commentava con riflessioni splendide. Tra una chiacchiera e l’altra, ho pensato fosse un peccato che tutto ciò rimanesse recluso tra la manciata di persone che sono rimaste nel mio account, perciò ho deciso di creare una rubrica fissa a riguardo, che vedrà la luce in linea generale ogni venerdì o poco più tardi, quando cioè Anna, compatibilmente con i suoi impegni, mi avrà mandato la sua schedatura, aprendosi qui a tutti gli interventi che avrete voglia di fare.

Citando scherzosamente la Meyer, nonché una delle due canzoni di Ruggeri che mi fanno sempre pensare a questa donna che ho il privilegio di conoscere, ho pensato di chiamare appunto la rubrica Anna e i Freddi che ha. Invito chi conosce Anna in altri modi a non rivolgersi a lei in questo spazio tramite nick, per concederle la riservatezza che da sempre la caratterizza.

La sigla di questo ritrovo mi è stata fornita da Virginia, e credo rispetti perfettamente l’assoluta mancanza di pretese sia della serie che delle nostre intenzioni: siamo qui per sorridere insieme, insomma, e magari anche un po’ per sbavare – perché spesso le due cose vanno d’accordo.

Purtroppo dopo questa puntata il telefilm va in pausa per un po’, quindi il nostro prossimo abboccamento sarà poi dilazionato all’anno nuovo, ma intanto eccolo qui, il primo post di Anna e i Freddi che ha, direttamente dalle sue labbra o meglio, appunto, dalle sue dita.

Labbra e dita che, lo so, sono creative in tutto ciò che dicono e fanno.

Ecco un primo e un secondo link della puntata 3x09 - Homecoming. Di seguito spoiler!


Anna il portone si chiude e comincia lo show.



Hot of the Week: Damon. Perché in fondo Damon é sempre stato quello dei grandi piani, dei doppi e tripli giochi, ma spesso anche colui che ne rimane schiacciato e scottato. Il suo bisogno di diventare qualcuno su cui Elena possa contare non vi fa venire voglia di spogliarlo? - più del solito, intendo.


Evil of the Week: scelta non facile, tra il buon piazzamento di Elena, il discreto comportamento di Stefan, un buon ritorno di Klaus e le premesse (deluse) di Mikael. Però vince, senza dubbio alcuno, Katherine. La sua capacità di sopravvivere alle peggiori situazioni e rovesciarle a proprio favore ci mancava.


Fool of the Week: Mikael. Il favoleggiato cacciatore di vampiri, terrore di Klaus per secoli e vero responsabile dell'esistenza stessa dei vampiri che si rovina per non essersi occupato al meglio di...Stefan?


Best Line: "If I'm sired to anybody it's you". L'unica cosa da chiedere, dopo questa, é dove volete ritrovarvi tracce di glitter.


Best Glance: lo sguardo di Klaus nel confronto con il padre Mikael. Sono generalmente un po' annoiata dal questo angst familiare, ma devo riconoscere che quegli occhi lucidi, l'accento sempre più marcato e l'aria di chi si ritrova, dopo secoli, sempre allo stesso punto emotivo hanno avuto la meglio sul mio cinismo.


Best Death: Quella di Rebekah, grazie alla quale rivedo una Elena che avevo imparato ad apprezzare, donzella spesso in difficoltà ma in grado di avere un'opinione e di agire con straordinaria prontezza di spirito di fronte al pericolo. In questo caso il fatto che si sia assunta la responsabilità della morte di Rebekah é una svolta fondamentale per la trama e l'evoluzione del personaggio...come dimostra anche l'ultimo breve scambio con Damon sul tema "passiamo oltre Stefan".


Best Surprise: avendo già tessuto le lodi di Katherine, vince l'Hybrid-Party. Ha quel retrogusto trash che ultimamente TVD sembra non poter evitare, ma é strategicamente ottimo e riporta Klaus a un livello dignitoso di puppet-master.”



Tra le lenzuola e i filmati in tv, Anna che vola e non c’è più.


5 commenti:

  1. Completamente d'accordo con Anna, come sempre. Posso dire in tutta sincerità che il personaggio che ho apprezzato di più è Elena. Ha raggiunto un grado di maturità in cui ultimamente avevo rinunciato a sperare. Si fa da parte quando comprende che sarebbe stata solo un intralcio invece di insistere e fare la tragica (e inutile) eroina della situazione, ma è stata anche profondamente coraggiosa con Rebekkah. E poi, a prescindere dai suoi sentimenti per Damon, ha capito di dover lasciar andare Stefan. Evviva, dolcezza! Non si può salvare chi non vuole essere salvato. Grandioso anche Damon che dimostra una lucidità disarmante nell'orchestrare un ottimo piano, prevedendo tutto, e ho adorato il suo sconforto finale, la sua frustrazione, il dolore per la perdita di un fratello. è umano, senza per questo essere debole.
    Positiva anche l'impressione sulla povera Rebekka che mi ha fatto una tenerezza incredibile.
    Bonnie si rivela sempre di più inutile. Tyler e Caroline sono a un punto morto e mi dispiace davvero, perchè adoro quella coppia. Ci hanno privati di Jeremy, ma in compenso, stranamente, ho apprezzato Matt.
    Mikael sinceramente mi ha lasciata con l'amaro in bocca: tutte queste chiacchiere per poi morire così stupidamente?!
    Ottima la coppia Stefan/Katerine: lei, nonostante sia l'essere più egoista che abbia mai visto in quella serie, non ha problemi a sacrificarsi per salvare Damon.
    E se stessa, ovvio, ma dopottutto è sempre Katerina.(E splendida, splendida Nina in entrambi i ruoli!) Quanto a Stefan, senza essere soggiogato dal sangue o da Klaus forse finalmente mostrerà una parte di sè degna di essere vista. Infine, Klaus: un cattivo a tutto tondo, con i suoi punti deboli, ma che sta, come lui stesso a più volte detto, passi avanti agli altri.
    E ora non ci resta che attendere Gennaio!
    Splendida rubrica. Anna, Profia, ne avevamo proprio bisogno!

    RispondiElimina
  2. Spoiler:

    Non posso che concordare con ogni singola parola!
    La frase di Tyler merita in assoluto il premio "Best Line", stavo svenendo in quel momento.
    E Mikael? Con sto nome ce l'hanno menata in ogni puntata, si è visto in due e crepa in...due minuti? Che delusione.
    Elena è piaciuta molto anche a me, ha agito andando contro la sua stessa umanità per evitare che i piani venissero rovinati.
    Solo una cosa non ho capito e ho già esposto su facebook...sono per caso l'unica che aveva capito che con la morte di Klaus, le persone da lui ammaliate sarebbero state libere? Era così per Katherine nella seconda stagione, allora perché Klaus tira fuori la storia che gli ibridi avrebbero seguito il suo ordine di uccidere Damon anche se lui fosse morto? Boh, mi sembra campata in aria la cosa.
    Bec (mi firmo perché restare anonima mi sembra brutto XD)

    RispondiElimina
  3. Arrivano le quote, le divido in almeno due post. baci Caterina

    Cominciamo con Elena:
    Ok che ha dato la svolta alla sua vita con la presa di coscienza del suo "non essere" così angelica, ma non la smette proprio con le sue domande/affermazioni da premio Pulitzer per la letteratura (mi sa che dobbiamo fare un giro ad Atlanta e dire due paroline a Kevin e Julie, i due sceneggiatori della serie, perché i dialoghi di Elena vengano se non altro catalogati tra quelli di una serie teen drama e non comico demenziale):

    Rivolta a Mikael: "You want me to actually dagger you???"... Sì, sì, sì Elena, sveglia! Sei l'unica che lo può fare, i tuoi compari schiattano se lo fanno al posto tuo e Mikael non è esattamente Santa Maria Goretti :)

    E facciamo il bis con: "I hate everything in my closet. I have anything to wear at the homecoming"
    Mi sembra un problemone... qui si rischia di far fuori mezza Mystic Fall, il ragazzo che ha amato perdutamente, suo fratello (che puoi tanto non disdegna) e lei... si preoccupa del vestito... Mah, 'sta ragazza ogni tanto...

    Poi però miracolosamente si riprende nello scambio con Damon:

    Damon: "do you trust me?"
    Elena : "Yes" (e vaiiii sìììì, una volta tanto"
    Damon: "So you have nothing to worry about"

    E soprattutto con il povero Matt, divertente la sua uscita con: “Side problem with your homecoming date…”

    Ma Nina dà il meglio di sé nel dialogo con Stefan come Katerina: “I loved you. I loved Damon too. Humanity is a vampire’s greatest weakness. No matter how easy it is to turn it off, it just keeps trying to fight its way back in.

    Bonnie come già detto da molti, assolutamente senza nessun ruolo in questa parte centrale della stagione… tra tutte una sua frase completamente nosense (forse devono farle dire un certo numero di righe per contratto): “So don't go”… In risposta ad Elena che non trova l’abito adatto… va bene la domanda, come specificato sopra era stupida, ma una risposta migliore?

    Rebekah: siamo tutti molto commossi dalla sua storia familiare, ma la ragazza ha un po’ la lacrima facile per essere un vampiro da circa 1000 anni. A buon conto, ci tocca il cuore la sua accorata difesa di Klaus/Nick con il padre:
    “Nick wasn't born as a killer, none of us were. You did this to us when you turn us in vampires. You destroyed our family, not him”

    Caroline, tenuta all’oscuro, e ormai alle cozze nella sua relazione con Tyler, fa comunque capire chi porta i pantaloni in casa, peccato lo faccia in difesa del suo ex:
    “Big deal Tyler is that Matt is an innocent good person who shouldn't be going to dances with an evil blood slut”
    Tyler la zittisce con la frase che tutte avete sottolineato come il best of the week…

    RispondiElimina
  4. Lo Stefan piaggnuccoloso, romantico-sentimental-melenso è morto. Nasce il nuovo Stefan cinic-evil-bestial-vampiro… Chi spera in un ritorno del vecchio Stefan è un “cacciatore di conigli”!!! Stefan ci regala una serie di perle di saggezza/cinismo… FINALMENTE, sembra quasi Damon (ho detto quasi!):

    I’m compelled to protect you and if I look at your track record at the high school dancing, it’s pretty tragic. My luck you’ll go ahead and you get yourself murdered by homecoming queen… (in effetti di pretendenti alla morte di Elena ne abbiamo visti, come dire, diversi… ci manca solo Babbo Natale e la Fatina dei dentini)

    Sempre più cattivo:
    If I look back at our history of epic plan failures, it’s usually because one of us let our humanity get in the way. So if I’m taking odds on how this thing goes down, it’s certainly not gonna be me who screws it up

    Chiudiamo in bellezza con il nostro adorato, fuori di testa, spogliabile subito e anche dopo, Damon. Non riusciamo ad immaginare tanto cinismo, ironia, dolcezza, sentimento e… tutto il resto che è meglio non esplicitamente dire in un blog in un solo essere umano di sesso maschile (il fatto in sè ogni tanto ci fa dubitare della credibilità di questo personaggio, è pur sempre un essere umano di genere maschile no? Anche se forse i vampiri fanno eccezione ☺ )

    Eccolo qui, in risposta all'ovvia affermazione di Elena sull’affidabilità di Rebecca "Oh, really, you know vampires are usually soooo reliable”

    Ed ancora:
    Damon: I'm formulating a secret contingency plan
    Elena: Really, what's that?
    Damon: If I told you, it wouldn't be secret

    Con Mikael:
    Why feeding on vampires, don't tell 'cause of the smooth aftertaste...

    A Elena:
    In the back. Harsh. I’m not judging you. It’s very Katherine of you. It was a compliment. Sort of..

    E' tutto dalla donna delle quote, ci rivediamo/risentiamo in quel del nuovo anno. Baci care.
    Caterina

    RispondiElimina
  5. E grazie mille a tutte per i vostri contributi eccezionali!
    Io concorso senz'altro innanzitutto per l'ovazione alla frase di Tyler. L'idea che in fondo un uomo ti consideri sua totale padrona è rassicurante; se fosse vero, il mondo sarebbe certamente migliore.
    Mikael è stata una delusione su tutti i fronti; non solo per come è morto in due secondi, ma direi per tutta la sua condotta; mi è parso sempre sopra le righe, mai davvero astuto, mai della classe insomma dei suoi figli; c'è da chiedersi come abbia davvero potuto terrorizzarli fino ad ora, se non ha nemmeno saputo prevedere un cambiamento nel piano d'azione da parte diciamo di vampiri 'normali'.
    Elena mi preoccupa: questa sua tanto attesa maturazione mi pare troppo veloce: nel giro di una puntata capisce finalmente di dover essere meno piagnona, accetta di essere tenuta all'oscuro, ammette senza problemi di fidarsi di Damon (!) e decide di lasciar andare Stefan. Il mio timore che nella prossima, lontanissima puntata torni a frignare per tutto il tempo è tanto.

    @Anna: sei una luce nelle tenebre. E nelle tenebre, si sa, sono sempre a loro agio i nostri vampiri...

    @Emily: inizio a concordare su Nina; in effetti i suoi mutamenti quando interpreta i due ruoli sono piccoli ma significativi, tanto che a volte c'è da chiedersi come facciano i due fratelli a non accorgersene!

    @Bec: io credo che in quel punto Klaus si riferisse ad una sorta di ordine a prescindere: se io muoio, uccidete Damon; tuttavia la tua obiezione ha senso, non sono mica lettere già spedite, perché una volta morto Klaus non avrebbero dovuto liberarsi tutti?

    @Cate: donna delle quote, ti adoro! Noto che non sono la sola ad aver strabuzzato gli occhi di fronte alla preoccupazione per gli abiti del ballo, e meno male! Capisco una vampira vecchia di secoli che non ha mai vissuto un'occasione mondana, ma gli altri? A quanto pare salvarsi la vita non è altrettanto eccitante!

    RispondiElimina