sabato 3 dicembre 2011

Saccheggiando Carroll


La mia latitanza è dovuta ad impegni improrogabili di lavoro e studio e a quelle scadenze che sono sempre per ieri e che tu non riuscirai mai a rispettare, ma che rappresentano anche una grande metafora della vita (io ero in anticipo solo quando sono nata).

Comunque, posso almeno lasciarvi un paio di idee che sono in cantiere e che vedranno la luce prossimamente sul blog.

La prima riguarda una rubrica di consigli di lettura che sarà gestita quasi interamente da due persone che io stimo moltissimo, sia come autrici che come donne: Lhoss e fallsofarc. Le ho conosciute entrambe grazie ad efp e ho stabilito con entrambe un rapporto che va ben aldilà del virtuale, per cui, quando ho cercato di pensare a qualcuno a cui affidare, seppure temporaneamente, il mio blog ad occhi chiusi, non ho avuto alcun dubbio sulla scelta. Tra l’altro sono donne profondamente diverse, stilisticamente e caratterialmente, e credo che questo sia una valore aggiunto alla rubrica, che potrà dunque presentare un aspetto proteiforme. Io mi riservo la possibilità di intervenire ogni tanto con qualche mio consiglio, quando proprio non riuscirò a farne a meno – ok, lo sapete benissimo che non riuscirò a farne a meno. Questi post saranno semplici segnalazioni di libri ed autori che abbiamo trovato interessanti e che riteniamo piacevole condividere: non avranno, dunque, alcuna pretesa di professionalità, non saranno insomma delle vere critiche letterarie, anche perché sapete quanto io diffidi della critica letteraria e di chi si professa critico autorevole. Saranno più un indice puntato verso una copertina che altrimenti magari passerebbe inosservata e un insieme di impressioni personali a prima lettura; saranno proposte discontinue – senza alcuna scadenza fissa, ma compatibilmente con i nostri impegni esistenziali – e autonome delle autrici – firmate sempre col nick rispettivo - e saranno tutti post positivi; non credo insomma che sia necessario, nel mio blog, mettersi a fare disquisizioni negative su ciò che non ci piace: ci sono sicuramente altri luoghi, molto più seri e pretenziosi di questo, dove potete trovare stroncature e giudizi puntuali. Qui troverete un clima rilassato di due donne – talvolta tre – che vi metteranno al corrente delle letture che le hanno maggiormente coinvolte. Potremmo, qualche volta, a discrezione di queste due meravigliose donne e anche mia, citare anche qualche fanfictions, ma la rubrica è pensata perlopiù per il mondo editoriale, quindi riguarderà i libri che trovate in libreria e talvolta – purtroppo, oso dire – solo in edicola. E siccome mi hanno lasciata da sola a scegliere il titolo – voi due, sappiate che vi rivolgo epiteti oltraggiosi in questo momento! – e io ho la fantasia di un guscio d’uovo, rispolvero un titolo che avevo usato altrove e chiamo la rubrica ‘I consigli dello Stregatto’, sia perché considero questi post delle indicazioni stradali per quel Paese delle Meraviglie che è il mondo di carta in generale, sia perché ho una certa nostalgia di quella passata iniziativa che mi aveva soddisfatta molto, sia perché si ricollega alla mia seconda idea, sia perché credo che siano perfettamente calzanti, come introduzione, queste parole di Carroll:

“Would you tell me, please, which way I ought to go from here?”

“That depends a good deal on where you want to get to,” said the Cat.

“I don’t much care where -” said Alice.

“The nit doesn’t matter which way you go,” said the Cat.

“- so long as I get somewhere,” Alice added as explanation.

“Oh, you’re sure to do that,” said the Cat, “if you only walk long enough.”

La seconda idea, molto più abbozzata – più tuorlo d’uovo che guscio, insomma – riguarda invece una rubrica di interviste ad autori esistenti – già, le interviste ai morti ancora non mi vengono bene, benché mio marito insista tanto a spiegarmi l’essenza imperdibile ed immortale di uno zombie – che hanno pubblicato in Italia; qui sono ancora in fase di totale strutturazione ed elaborazione, oltre che di contatto educato e dignitoso – leggi: comportamento da stalker – degli autori stessi, quindi non so se questo tuorlo diverrà mai un pulcino. Male che vada, essendo in tema natalizio, ci faccio un eggnog. Il titolo, questa volta, dovrebbe avere qualcosa a che fare col Brucaliffo: è probabile che, col passare del tempo, io saccheggi impunemente tutto il libro di Carroll e tutti i suoi personaggi.

Il brutto degli autori defunti è che non posso intervistarli, il bello è che non possono ribellarsi.

A meno che non abbia ragione mio marito, ma questo non è previsto dal contratto matrimoniale.

Spero che queste iniziative vi interessino e che accoglierete favorevolmente le mie due nuove collaboratrici e gli autori che riuscirò eventualmente a tortu…ehm, a intervistare nel blog.


8 commenti:

  1. I consigli letterari sono sempre ben accetti, perchè appunto "un libro non si giuduca dalla copertina", altrimenti per me Harry Potter sarebbe stato un mondo inesplorato, una moda che con il tempo sarebbe passata.
    L'iniziativa è come un club del libro, solo che al posto di trovarsi a casa di una o dell'altra sedute in salotto con thè e pasticcini, si è davanti allo schermo (sempre con tè e pasticcini, o un buon bicchiere di vino rosso).
    Non vedo l'ora!

    RispondiElimina
  2. Uhhhhhhhhhh poche cose mi attizzano più di discorrere a ruota libera sui libri che m'è piaciuto leggere! E farlo in una rubrica co-gestita tra te e due persone che ritengo perfettamente in grado e adeguate al compito mi fa saltellare sulla mia seggiolina in cucina, ora, dinnanzi al pc. Sono entusiasta di questa nuova rubrica e dei progetti in cantiere alla "Chi esser tuuuuuu?!" riguardo gli autori e attendo impaziente che ingrani tutto con quella marcia in più che è, ormai, il tuo marchio!
    Dunque, in bocca al lupo a tutte e tre!

    RispondiElimina
  3. Non vedo l'ora di cominciare....
    Ilaria2008

    RispondiElimina
  4. Che bello vedere le idee che diventano reali. Brava Mirya, e grazie alle 2 autrici che ci regalano il loro tempo.
    Un bel regalo sotto l'albero.
    Baci e baci a tutte
    patapata

    RispondiElimina
  5. Fantastico! Era da tempo che cercavo consigli su libri da leggere, così posso continuare le mie liste di letture già lunghissime (Calvino sarebbe fiero di me!).
    Aguro a tutte un gran successo. Buon lavoro!
    Gloria

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutte, sono contenta che accogliate così bene le nuove proposte e spero che questo ci darà davvero l'occasione di creare un salotto a pasticcini e libri!

    RispondiElimina
  7. Grazie Mirya è un'idea fantastica!!! Dove pubblicherete qui o su efp?? Baci a tutte e tre Igrain

    RispondiElimina
  8. @Igrain: Abbiamo già iniziato qui, leggi il post qui sopra!

    RispondiElimina