martedì 21 agosto 2012

Il misterioso mondo dell'ebook reader


Leggevo tempo fa, nel livejournal di una fantastica ragazza che credo conosciate in molti, Axia, queste parole su cosa si carica nell’ebook reader. Io mi ci sono ritrovata nel mio approccio iniziale al Kindle: siccome non mi pareva dignitoso che un libro non fosse stampato su carta, ci mettevo dentro solo Harmony e cose del genere; poi, appena ci ho preso la mano, l’ho riempito di tutto e ora il mio Kindle contiene ancora e conterrà sempre storie d’amore, ma contiene anche i libri che uso a scuola, nonché classici della grande letteratura di tutte le nazionalità e persino testi in lingua originale, perché col dizionario consultabile con un clic è facilissimo riprendere velocità con l’inglese e il tedesco, le due lingue che conosco.
Ma c’è da dire che io sono una donna adulta che deve rispondere delle sue letture solo a se stessa e che di certo non ha bisogno di nasconderle ai genitori o a coinquilini ficcanaso: vi rimbalzo la domanda di Axia in parte per spingervi a seguirla (il suo diario è davvero ricco di spunti) e in parte perché sono curiosa davvero di saperlo. Voi cosa mettete nell’ebook reader? Vi lascio anche il sondaggio qui a lato, se vi va di farlo, così poi possiamo tirare tutti le somme.

10 commenti:

  1. Davvero di tutto e di più!
    Io ti ho preceduta nel mondo dell'e-reading e in verità non ho avuto un percorso simile al tuo: fin da subito nell'e-book reader han trovato posto sia classici che autori contemporanei, le storie del Doctor Who e la saggistica, le fanfictions scaricate in formato mobi e le guide turistiche. Ma io, per dirla con Eco, son più integrata che apolittica e questo probabilmente spiega la semplicità con cui ho abbracciato il mio Kindle.
    Ovviamente non ho smesso di acquistare cartacei. Il criterio? Mh, sicuramente i cartacei sono i libri cui riconosco maggiore importanza - sempre per parere personale, eh! A volte leggo qualcosa sul Kindle e me ne innamoro al punto tale che poi cerco anche l'edizione cartacea. In altri casi una lettura, per quanto bella, rimane sull'e-reader.
    Una cosa a mio parere comodissima per le mie abitudini di lettura é avere accesso a quei classici praticamente introvabili in cartaceo o solo ad alto prezzo. Magari singoli racconti, per i quali non comprerei un'intera raccolta, ma che sul Kindle posso togliermi lo sfizio di leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le fanfictions ancora non le ho messe, qualcosa mi trattiene ma immagino che supererò anche questo blocco! Ad esempio cominciando con le tue. Condivido invece il fatto non solo di continuare a comprare libri, ma anche di comprarne alcuni dopo che li ho letti sul Kindle o sul pc: quando una cosa è bella (secondo me) deve stare nella mia libreria reale e basta! E condivido anche la riflessione finale: ci sono davvero libri (penso ad esempio a Proust) che mi potrei permettere solo come regalo di Natale. E che invece ora potrò leggere sul Kindle!

      Elimina
  2. Non ho un e-book reader, voglio comprarlo ma aspetto sempre tempi migliori che non arrivano.
    Per il momento mi accontento dello smartphone con uno schermo mini.
    Il fatto di metterci libri di cui mi vergogno non l'avevo mai valutato, forse perchè di solito cerco di non pensare a quello che gli altri pensano di quello che leggo. Non mi vergognavo a leggere la saga di Twilight ovunque, la febbre mi è durata un bel po'! Cinquanta sfumature l'ho letto sul cellulare perchè in biblioteca c'erano centinaia di prenotazioni, ed ero curiosa di leggere questo "fenomeno editoriale"; forse li avrei comunque letti di nascosto, visto che sono considerati libri erotici.
    Ed ho concluso il mio primo libro in inglese grazie all'e-book(Beastly-Lindy's Diaries). Quando lo comprerò ci metterò dentro i classici che adoro ocme "Jane Eyre" e "Orgoglio e pregiudizio", le ultime uscite che non riesco a trovare in biblioteca e anche qualche fanfiction.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, io ho fatto più o meno sul pc lo stesso percorso che poi ho fatto sul Kindle (che peraltro mi è stato regalato, altrimenti sarei ancora in programmazione, per così dire, come te, perché comunque le spese vanno pianificate con molta cautela anche in casa mia!). Però quello che scrive sopra Lhoss è vero, te ne accorgi sicuramente anche tu: ci sono libri che faticheresti moltissimo a trovare o a comprare e che così diventano finalmente possibili! Ed è bello e giusto che non ti vergogni di nessuna tua lettura, io pure in classe non ho mai avuto remore a dire cosa leggevo, sconvolgendo studenti e colleghi perché accanto magari a Shakespeare ci mettevo la Meyer!

      Elimina
  3. Io non ho l'ebook reader. Puoi continuare comunque a parlarmi.
    A presto,
    Dita Fragili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una condizione che prima o poi si risolverà e comunque ebook reader o pc non fanno poi tanta differenza in quanto a letture...

      Elimina
  4. Ciao Mirya,
    seguo assiduamente il tuo blog e vorrei chiederti, dato che probabilmente mi comprerò un kindle per il prossimo Natale, come funziona esattamente il "caricamento" dei file. Dai vostri commenti pare che si possa mettere di tutto - e mi sembra fantastico - ma non capisco bene come avvenga questa meraviglia: esistono dei siti particolari per scaricare ebook (soprattutto "gli introvabili") o sono sufficienti i soliti amazon, ibs, ecc.?
    Ilaria (su EFP con il nick "misstokio")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dunque, in pratica tu carichi i file sul Kindle tramite il cavo, dal pc. Il formato ideale sarebbe il mobi (ma attenta, non sono un'esperta, immagino ce ne siano molti altri fatti apposta), però legge anche i pdf e in ogni caso ci sono programmi scaricabili gratuitamente per convertire i formati l'uno nell'altro, se hai bisogno, ad esempio, di caricarci una fanfiction o anche un tuo documento personale. Gli ebook si possono ovviamente comprare sui siti che hai citato tu e ad esempio su amazon molti di quelli in lingua originale sono gratuiti: il sito te li invia direttamente al Kindle tramite il cavo o la connessione wireless; così come ti invia sempre gratuitamente tutti i dizionari di tutte le lingue.
      Se invece vuoi, diciamo, agire in maniera meno pulita, ci sono ancora diversi siti da cui scaricare gratuitamente tutto ciò che desideri, dalle ultime uscite alle edizioni vecchissime e magari pregiate di alcuni libri; non posso, però, metterti qui dei links perché si tratta di un illecito, ma sono certa che se conosci qualcuno con l'ebook reader questi possa darti gli indirizzi giusti.

      Elimina
  5. ciao! il pensiero che molti si vergognino di alcune cose che leggano mi è venuto in questi 12 anni di tram per andare al lavoro. ci sono signore di ogni età che ricoprono con qualsiasi carta improbabile il libro che stanno leggendo, perfino con dei quotidiani (a volte più discutibili di qualsivoglia libro, temo). Una di queste signore adesso gira con l'ebook e si guarda furtiva alle spalle ad ogni respiro. Io vorrei dirle che il mondo non può e non deve giudicare le sue letture, ma sono timida e non mi piace sembrare invadente :). Personalmente nel mio ebook metto anche gli schemi per il ricamo a punto croce così come i codici di diritto che mi servono per lavoro, oltre a libri che spaziano in ogni direzione. (il cartaceo resta il formato che amo di più, comunque, ma io sto per entrare negli "anta" e forse il motivo è che la mia formazione è avvenuta in anni in cui le letture segrete prevedevano una torcia elettrica e le coperte tirate fin sulla testa).
    Bacio
    Francesca (quella che ha cercato di far leggere il "Cuore" al proprio figlio di otto anni il quale, saggiamente, si è rifugiato dai vicini di casa)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è capitato in spiaggia, dove una signora leggeva proprio "Cinquanta sfumature" nascondendolo il più possibile.
      E' vero, il cartaceo resta impagabile, ma il Kindle è un degno sostituto per ogni necessità e facilissimo da portare in borsa!
      Ammetto che nemmeno io sono mai riuscita a leggere "Cuore", quindi capisco tuo figlio...

      Elimina