lunedì 12 maggio 2014

Il sognatore (11/05/2014)

Mio figlio ha cinque anni e cinque convinzioni.
Facendo bene i conti ne ha cinque più di me.
Se nero fosse bianco, se bianco fosse nero, sarei poco sicuro di quello che ora so.
Io che mi fido solo di chi mi ha dato il cuore quando non ce l’avevo mio
E sono ancora qui, qui con le mie domande
E sono ancora qui, cosa farò da grande.

(Gino Paoli, Cosa farò da grande)


Da grande farai l’architetto, perché costruisci edifici con i Lego che sfidano non solo la fantasia di Escher ma anche la gravità di Newton.
Da grande farai il demolitore, perché distruggi suddetti edifici con l’attacco di un dinosauro due secondi dopo averli finiti di costruire.
Da grande farai il filosofo, perché è chiaro che questa continua opera di costruzione e distruzione è il tuo modo per insegnarci la caducità di ogni bene terreno e l’inopportunità di affezionarsi alle cose – tanto prima o poi finiscono tutte in pezzi in mano a te.
Da grande farai il poeta, perché quando vuoi ottenere qualcosa ti lanci in frasi che avrebbero finalmente fatto guadagnare una donna pure a Leopardi, e mi dici che io sono come la musica e i miei capelli sono zucchero filato.
Da grande farai il pompiere, perché quando fai il bagnetto fai tracimare tanta acqua da spegnere gli incendi di tutta la regione – e se non basta, ci aggiungi la pipì, che il water non lo becchi quasi mai.
Da grande farai l’assaggiatore di veleni, perché quando un cibo non ti va sostieni che ha un sapore strano, che non sembra tanto buono, che forse ti farà venire il mal di pancia, e infatti guarda, non l’hai ancora assaggiato e hai già mal di pancia, in anticipo.
Da grande farai il cantante, perché conosci tutte le musiche che ascolta la mamma e le canti in italiano, in inglese e in francese (che però, stranamente, sembrano sempre la stessa lingua quando le canti tu) e poi appena il papà mette su un po’ di strumentale gli dici di spegnere (benedetto, tre volte benedetto sia tu nei secoli dei secoli).
Da grande farai il baro, perché quando giochiamo a Memory tu guardi sotto tutte le carte e poi scegli la coppia che preferisci, e quando giochiamo a calcio la porta si sposta magicamente proprio dove hai appena fatto finire la palla tu.
Da grande farai il cavalcatore di draghi, perché sono animali buoni e simpatici e non ti fanno paura, perché sono tuoi amici – non come i cani lunghi dieci centimetri che incontriamo per strada, che sono naturalmente spaventosi e di certo ti vogliono mangiare.
Da grande farai il produttore di preservativi, perché hai il tempismo anticoncezionale che si sveglia ogni volta che io e il papà ci facciamo anche solo sfiorare dal pensiero.
Da grande farai l’attore, perché hai infinocchiato per ben due volte un asilo intero, fingendo di star male per farti venire a prendere, piegato in due dai dolori, salvo poi metterti a ridere e saltare appena uscito dall’asilo, felice e sano come non mai.
Sarebbe facile, amore mio, dire che da grande farai il paleontologo, perché il tuo primo amore sono stati i dinosauri e sono ormai cinque anni che giochi coi dinosauri, disegni dinosauri, vesti abiti coi dinosauri, leggi libri coi dinosauri, mangi cibi a forma di dinosauro, fai il verso dei dinosauri, e nei Jurassic Park hai sempre fatto il tifo per i dinosauri. Sarebbe facile, anche perché ormai l’hai capita bene la storia del meteorite e dell’estinzione, e lo sai che li studiamo sulla base dei fossili.
Ma non importa che siano spariti tanti tanti anni fa, per te i dinosauri restano qualcosa di vivo, perché sono andati in cielo, e per te tutto continua a vivere, se tu continui ad amarlo, e ami i dinosauri, e li vedi quando andiamo in giro, un brachiosauro nell’angolo, un pachicefalosauro sotto al semaforo, un T-rex, il tuo preferito, che segue la nostra macchina.
E allora lo so, cosa farai da grande: il sognatore.
E io, che per tutta la vita mi sono chiesta cosa avrei fatto da grande, ora ti chiedo se posso sognare insieme a te. Perché adesso lo so, cosa farò da grande io. La tua mamma. Il più bel sogno del mondo.
Buon compleanno, amore mio.
Buon proseguimento del sogno.












11 commenti:

  1. Ho gli occhi lucidi e ADORO, dio ADORO la leggerezza della tua scrittura che rende docile qualsiasi pensiero...
    AUGURI SOGNATORI!!!!
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non smetteremo mai! Grazie tesoro.

      Elimina
  2. Ho gli occhi lucidi anch'io *.*
    Buon Compleanno al piccolo Sognatore :*
    Caroline

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, da parte sua e dei suoi dinosauri!

      Elimina
  3. Auguri a tutti e due, bellissimi sognatori.
    Un bacio.
    Manila/Grzia.

    RispondiElimina
  4. Ritengo che i sogni siano tesori preziosi, incoraggiare e permettere ai propri figli di inseguirli, di crederci sempre e di lottare per realizzarli è un dono che non ha prezzo. I piccoli sognatori di oggi saranno i grandi sognatori di domani ed il domani ha tanto bisogno di sognatori! Quanta dolcezza nel pensiero dedicato al tuo cucciolo .... cuore di mamma!
    Che dopo ogni sogno realizzato ne venga un alto, e poi un altro ancora ecco l'augurio che faccio ai piccoli sognatori, mai smettere di sognare.
    Auguri
    Stez

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che bello che loro ci ricordino come si fa a sognare.
      Grazie di cuore!

      Elimina
  5. Auguri a chi dei sogni ha fatto una professione, facendo sognare noi lettrici e mostrando ai propri studenti che la scuola può ancora essere un parco giochi per la mente.
    Auguri a quel meraviglioso piccolo demonio tentatore, che coi suoi sogni colorerà un'intera esistenza. E anche più di una.
    Auguri Prof e Mini-Prof. Che il Sogno sia con voi!

    Natalie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie tesoro. Sono l'Uomo-Pannocchia. Non mi fermeranno mais!

      Elimina
  6. Sei riuscita a farmi commuovere solo facendo gli auguri al tuo piccolo grande uomo.
    Questa è la capità di chi ama scrivere: con un solo gesto, semplice e familiare, riesce ad entrare nel cuore e nella mente.
    Qualcuno, più famoso ed intelligente di me, un giorno ha detto:
    I'M A DREAMER
    ed in fondo tutti vorremo tornare bambini per poter tornare ad essere sognatori.
    Grazie Mirya per avermi fatta commuovere ed un mare di auguri al tuo "Piccolo Principe" ^_^

    RispondiElimina