sabato 19 luglio 2014

Informazioni utili e inutili

Di carne e di carta sta andando davvero molto bene, merito del vostro generoso passaparola. Un'autrice self può venire letta solo grazie a quello, e se fossi capace di commuovermi mi commuoverei per quanto mi avete consigliata e recensita. Vi sono davvero tanto grata, ogni vostra parola mi aiuta ad acquisire lettori e ogni nuovo lettore mi spinge a scrivere più in fretta il prossimo libro. Grazie, come sempre, anche a chi ha criticato il libro, per avergli comunque dato una possibilità: di più non posso proprio chiedere.
Ho una pagina su Amazon, qui. Non preoccupatevi se si vede solo una recensione: la pagina si può fare solo su Amazon.com e le vostre sono tutte su Amazon.it (e su Goodreads, certo!). Questa nuova pagina, che sto ancora decidendo come riempire, è utile soprattutto a chi non è iscritto ai social networks: vi trovate infatti i miei tweet che a loro volta vengono lì reindirizzati dalla mia pagina di facebook, così potete seguire soprattutto gli spoilers, che sono tanti.
E gli spoilers sono tanti perché sto lavorando come una forsennata per farvi avere il prossimo libro, Trentatré, entro Natale.
Due cose su Trentatré.
1) Se avete idee molto serie in fatto di religione e siete suscettibili sull'argomento, non è il libro che fa per voi. Ve lo dico e ve lo ripeterò più avanti, in modo che non vi troviate tra le mani qualcosa che vi dà fastidio.
2) Ho intenzione di farvi ridere per quasi tutto il libro, per poi farvi piangere come fontane alla fine. Ve lo dico e non ve lo ripeterò, perché così, quando il libro sarà online, ve lo sarete dimenticati ma non potrete maledirmi, perché io avrò questo post per provarvi che ehi, ve l'avevo detto.

La vostra grata ma non per questo meno sadica autrice.

2 commenti:

  1. Sono felice che il passaparola funzioni, non sai quanto!!!
    Non vedo l'ora di leggere Trentatré: anche se parla di religione, bisogna avere la mente "aperta" e cercare di leggere considerando che non è la Bibbia od il Corano, ma solo un romanzo scritto da una donna che ha voglia di trasmettere qualcosa di suo e non imporre opinioni religiose e/o politiche.
    Leggerò Trentatré, ma soprattutto riderò e piangerò con te...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio intento è quello di farvi ridere molto, e sicuramente non di imporre opinioni religiose - che peraltro secondo me non si dovrebbero imporre mai; spero insomma di riuscirci, in quest'intento, e che la mia idea non infastidisca nessuno!

      Elimina