venerdì 6 gennaio 2017

Tacchinella al melograno

Questa è la nostra ricetta per le feste di Natale, la facciamo da anni cercando di perfezionarla e finalmente l’abbiamo realizzata come volevamo. Perché questa volta ci siamo messi in tre, e abbiamo creato una ricetta di famiglia.
Ingredienti:
-         una tacchinella;
-         due melograni;
-         sale;
-         pepe;
-         ginepro;
-         maggiorana;
-         rosmarino;
-         alloro;
-         aglio;
-         vino bianco fermo;
-         brodo vegetale;
-         olio;
-         due confezioni di guanciale tagliato sottilissimo.

Pulire bene la tacchinella da piume residue; fare un trito fine con tutti gli odori e miscelare in una tazza d’olio d’oliva. Massaggiare bene la tacchinella dentro e fuori col tutto.
Riempire la tacchinella con alcune fette sottili di guanciale e poi rivestirla accuratamente col resto delle fette. 





Mettere in una teglia capiente, coprire con alluminio e mettere in forno preriscaldato statico a 180° per due ore
Alzare il forno a 200°, irrorare di vino e lasciare cuocere sempre coperta con alluminio altre due ore.
Nel frattempo sgranare i melograni, passarne uno con lo schiacciapatate per ricavare il succo e tenere da parte i chicchi dell’altro.
Scoprire la tacchinella, continuando a cuocere nel forno per almeno altre due ore; nella prima ora bagnare con un mestolo del suo stesso sugo ogni dieci minuti, aggiungendo brodo vegetale quando si asciughi troppo; nell’ultima ora o due aggiungere il sugo del melograno, sempre ogni dieci minuti, prendendolo dal fondo e rilasciandolo sulla parte superiore perché non si secchi.
Dopo dunque circa sei-sette ore di cottura, sfornare, tagliare, irrorare col suo sugo, guarnire coi chicchi di melograno e mangiare.


E mangiare.
E mangiare.
Per la corretta esecuzione della ricetta serve un patato che si sporchi di melograno fino alle orecchie e che vi imbratti anche i muri.

E a cui spiegare il simbolismo del melograno, perché sì.
Buona Festa della Befana!

2 commenti:

  1. Sfruttamento minorile???
    Naaaaa, complicità familiare che adoro tanto.
    Viva la tacchinella e viva i muri sporchi di melograno ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io la adoro! E poi siccome mi piace molto cucinare, sono felicissima che piaccia anche al patato, così abbiamo più cose da fare insieme!

      Elimina